L’ESEMPIO DI DON CARMELO ROTOLO, UNA STORIA BELLISSIMA

“Don Carmè, quanti fedeli sei riuscito a convertire oggi?”
Seguiva sempre una bella risata e un “Siamo stabili ma qualcuno ha iniziato a pensarci!”
Negli anni di lavoro con Gregorio Rotolo e la sua famiglia ho conosciuto un uomo meraviglioso con una storia bellissima.
40 anni di servizio ed amore per le comunità di Scanno e Frattura, per tutta la diocesi di Valva e Sulmona, per la sua missione.
Un esempio di coerenza, devozione per la scelta fatta.
L’amore infinito ed incalcolabile per i giovani.
Ho avuto spesso modo di confrontarmi con lui sui diversi punti di frizione che esistono tra chi crede e chi non crede.
Sulla venerazione dei Santi una volta mi disse: “Le persone pregano le statue ma in pochi ormai sanno la storia di quei santi. Se può esserti di aiuto non limitarti alla materialitas della statua ma guarda altrove. Scopri la vita di quei Santi, è fatta di scelte, di rinunce, di amore, di coerenza, di battaglie. [Sorridendo] La santificazione è un po’ come se fosse la laurea, il certificato che gli è stato dato per il percorso dedicato a quella scelta e all’amore perseguito in Dio.”
In occasione della morte di Mamma mi disse una cosa davvero forte che mi porterò per sempre nel cuore.
Che l’altra parte sia come l’hai sempre immaginata e pregata, te lo auguro con tutto me stesso.
Mi piange il cuore.
Michael Di Genova                                       (foto Enzo Gentile)