AUTOSTRADE A24 A25, LA SENATRICE DI GIROLAMO FA LE SUE PROPOSTE

La senatrice Gabriella Di Girolamo ha illustrato alcune sue proposte di provvedimenti alla delegazione di sindaci di oltre 100 comuni interessati dalle tratte A24-A25 ascoltati in Senato, grazie alla disponibilità dei senatori che hanno risposto positivamente sia all’invito dei Sindaci che alle mie ulteriori sollecitazioni. “Il primo emendamento al decreto di revoca che ho voluto proporre riguarda la costituzione di un tavolo istituzionale permanente che prevede la partecipazione attiva dei Sindaci nella interlocuzione tra Istituzioni e nelle decisioni. Il secondo emendamento mira a garantire livello di inquadramento e anzianità lavorativa alle lavoratrici e ai lavoratori che dovranno essere assorbiti dall’ANAS – ha spiegato la senatrice – Agli emendamenti più strettamente legati alla revoca della concessione ho voluto aggiungere un’ulteriore richiesta di 180 milioni di euro per permettere al Commissario per la messa in sicurezza idrica del Gran Sasso, Ingegnere Corrado Gisonni, nominato dal Governo del presidente Giuseppe Conte su forte spinta del Movimento 5 Stelle, di completare l’eccellente lavoro svolto fino ad oggi. Si tratta di un lavoro atteso da decenni che non può essere bloccato ora”. “In Commissione Lavori Pubblici del Senato abbiamo già avviato una serie di audizioni per approfondire le questioni sollevate da più parti: Sindaci e amministratori di Lazio e Abruzzo, rappresentati dalla Sindaca di Carsoli Velia Nazzarro; Società Strada dei Parchi, nelle persone dell’amministratore delegato Mollo e del vicepresidente Fabris; Ministro delle infrastrutture e della mobilità sostenibili, Enrico Giovannini; Commissario straordinario per la messa in sicurezza del sistema idrico del Gran Sasso, Ingegnere Corrado Gisonni; Commissario per la messa in sicurezza delle Autostrade A24-A25 Marco Corsini; Commissario ad acta per l’aggiornamento del Piano economico finanziario Sergio Fiorentini – conclude Di Girolamo – Nelle prossime settimane continuerò ad essere fortemente impegnata nelle interlocuzioni con il Governo per fare in modo che i decreti che riguardano infrastrutture e revoca della concessioni di A24-A25 possano essere migliorati per garantire continuità lavorativa, pedaggi equi per i cittadini e sicurezza dell’infrastruttura”.