RITIRO NAPOLI CALCIO, LA SPESA DELLA REGIONE AL VAGLIO DELLA PROCURA DELLA CORTE DEI CONTI

Tprna nell’occhio del ciclone e sotto l’occhio della Procura regionale della Corte dei Conti la spesa per ospitare il ritiro del Napoli calcio, a Castel di Sangro. C’è il sospetto di un danno erariale per il milione e 200mila euro l’anno, fino al 2025 rinnovabili, per un costo complessivo di 14 milioni di euro, spesi dalla Regione Abruzzo per ospitare il Napoli calcio. La Procura regionale della Corte dei Conti si è mossa su esposto dei consiglieri regionali di opposizione. Al centro dell’esposto, come termine di paragone, il ritiro della vicina Roccaraso del Bari calcio, che milita in serie B, per una somma di appena 40mila euro, di cui solo metà speso dal Comune. Si è in attesa che venga fissata l’udienza, nella quale la Regione riceverà “l’invito a dedurre”, dovrà in altri termini dimostrare che il considerevole sforzo economico è giustificato dalle presenze turistiche, l’indotto e la promozione.