NASCE “CRESCIAMO INSIEME ABRUZZO”, L’ASSOCIAZIONE CON CUI DI MASCI VUOLE RIPRENDERSI IL PD

“Da otto mesi vivono da separati in casa con gravi ripercussioni sulla città che sta subendo danni devastanti provocati dall’immobilismo di questa amministrazione caratterizzata da personalismi e guerre intestine negli stessi partiti che la sostengono”. Dopo mesi di silenzio l’ex sindaco Bruno Di Masci, torna a parlare di politica e del futuro di Sulmona “che”, dice, “si trova a lottare con una fase di inerzia amministrativa senza precedenti”. Lo riporta oggi, il quotidiano “Il Centro”, in un articolo di Claudio Lattanzio. E lo fa in occasione della presentazione della nuova associazione “Cresciamo Insieme Abruzzo”, di cui dice, vuole essere solo il padre putativo, pronto a dare consigli ma non ad esserne il leader. “Il futuro è dei giovani”, sottolinea, “se qualcuno pensa di poter essere eterno o di potersi riciclare, si sbaglia di grosso. Per quel che mi riguarda io ho già dato, anche se tutti potranno contare su di me e sulla mia esperienza che in tante occasioni è stata utile per la città come nella passata amministrazione guidata dal sindaco Casini, che ha iniziato a fare qualcosa e a lavorare solo quando siamo entrati noi in maggioranza”.

Bruno Di Masci presenta l’associazione Cresciamo Insieme Abruzzo

Una scelta che gli è costata l’espulsione dal Partito democratico al quale ora è pronto a tendere la mano. “Se continuano così in Comune, penso che non arriveranno a settembre se dopo otto mesi stanno ancora pensando a chi deve presiedere il consiglio comunale”, incalza Di Masci, “Io sono del Partito democratico e resterò sempre del Pd, anche se non condivido la linea politica portata avanti dagli attuali dirigenti del circolo cittadino che non riescono nemmeno a mettersi d’accordo tra loro. Con i dirigenti regionali e con i nostri parlamentari non ho mai smesso di parlare e di votarli. Dico che se si apre una nuova stagione, un nuovo tesseramento, siamo pronti a partecipare e a fare la nostra parte. Ricordo che quando eravamo noi a guidare il circolo di Sulmona, c’erano 380 tesserati, ora non so se arrivano a 100”. “Al sindaco dico che se vuole, siamo pronti a dargli una mano con idee e con iniziative, sempre per il bene della città”, conclude Di Masci. Prima di lui avevano parlato davanti ad una nutrita platea, Alessio Di Masci e Luciano Marinucci, quest’ultimo acclamato presidente

Luciano Marinucci e Bruno Di Masci mostrano il simbolo della nuova associazione

della nuova associazione. A loro toccherà guidarla in questa prima fase che dovrà portare alle prossime elezioni politiche e poi alle regionali. “Vogliamo ripartire da tutti quegli emisferi della vita quotidiana e sociale con i quali si è perso il collante”, ha detto Marinucci, “con la cultura, con lo sport, con il mondo sindacale con lo sguardo alla politica perché la politica governa, determina e decide quello che si fa e quello che non si fa. Vogliamo porci al centro della nostra regione per dire noi ci siamo e vogliamo dare il nostro contributo alla crescita sociale ed economica del Centro Abruzzo”.

3 pensieri su “NASCE “CRESCIAMO INSIEME ABRUZZO”, L’ASSOCIAZIONE CON CUI DI MASCI VUOLE RIPRENDERSI IL PD

  • 30 Giugno 2022 in 18:38
    Permalink

    Buon lavoro…Orso Bruno…anzi Orzo. Buon lavoro !!!

  • 30 Giugno 2022 in 14:47
    Permalink

    Comunque, una cosa giusta l’ha detta…”Il futuro è dei giovani” e tant’altre meno giuste e vere “Io sono del Partito democratico e resterò sempre del PD”… ma come fa se non è tesserato? e mi si passi la forzatura letteraria, che però nei fatti risulta veritiera.
    Il mostrarsi come buon pastore guida ottantenne per “fare la nostra parte”, quando dovrebbe giustamente “farsi da parte” e le punzecchiature da imbonitore da “carota e bastone” non possono portare lontano.
    A volte valgono più 100 che 300 (ex) giovani e forti.
    Il ciclo si è ormai chiuso e tentarlo di RIaprirlo per perpetuare la razza politica non ha più valenza e seguito, ancor di più quando “lu bostik viecch e nuov, sa seccat!!!

  • 30 Giugno 2022 in 09:33
    Permalink

    BastaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaFinitelaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaàaaaaaaaaaassssasanon ne possiamo più di questa politica……

    3
    2

I commenti sono chiusi