COGESA, CONSIGLIO COMUNALE: PIU’ ATTENZIONE SULLA GESTIONE DELLA SOCIETA’

Patti chiari, amicizia lunga. E’ il senso di un amichevole ma fermo avvertimento lanciato questa mattina dal Consiglio comunale di Sulmona al Cogesa. L’assemblea civica ha approvato a maggioranza il mini-rincaro delle tariffe, confermando quanto già deciso in commissione su un adeguamento del 3.5% rispetto al ventilato 9%. Ma in coro, soprattutto dai banchi della maggioranza e a conclusione del dibattito dagli stessi sindaco Gianfranco Di Piero e assessore al Bilancio Katia Di Marzio, è stata ravvisata l’urgenza di tenere occhi e orecchi aperti e quindi più attenzione alla gestione della società partecipata, le cui difficoltà sono indubbie. Prendendo atto dei diversi interventi, anche da parte di esponenti della minoranza, come Salvatore Zavarella e Luigi Santilli, il sindaco ha annunciato che la riflessione sul futuro del Cogesa è già aperta e deve coinvolgere, a tutto tondo, i sindaci e amministratori di tutto il comprensorio, a tutela di un patrimonio assai importante e consistente della comunità sulmonese e del Centro Abruzzo.

3 pensieri su “COGESA, CONSIGLIO COMUNALE: PIU’ ATTENZIONE SULLA GESTIONE DELLA SOCIETA’

  • 1 Luglio 2022 in 12:06
    Permalink

    Il controllo analogo è lo strumento di vigilanza che ogni socio deve esercitare. I soci vigilano, autorizzano o fanno finta di non vedere? Il Cda lo avete nominato voi soci. Gli obiettivi strategici li stabiliscono i soci … i bilanci li approvano i soci, dove eravate fino ad ora ?

  • 1 Luglio 2022 in 12:06
    Permalink

    Il controllo analogo è lo strumento di vigilanza che ogni socio deve esercitare. I soci vigilano, autorizzano o fanno finta di non vedere? Il Cda lo avete nominato voi soci. Gli obiettivi strategici li stabiliscono i soci … i bilanci li approvano i soci, dove eravate fino ad ora ?

  • 30 Giugno 2022 in 14:46
    Permalink

    “occhi piu attenti…sulla gestione…”??? mancano piu di un milione e mezzo di €…chi doveva pagare…è stato pure assolto…che volete FARE?sempre convinti che sia il popolo a pagare?

I commenti sono chiusi