BLITZ DELLA FINANZA: SOLDI FALSI IN CAMBIO DI DROGA, I SULMONESI ACCUSATI ANCHE DI RAPINA

Un “pacco” consegnato al corriere della droga, contenente solo soldi falsi, costringendolo a consegnare il borsone pieno di droga. Per questo motivo i tre giovani sulmonesi Lorenzo Pacifico, Mattia Buccilli e Fabio Di Iorio sono accusati anche di rapina. I tre giovani sono stati fermati ieri dalla Guardia di Finanza, nell’ambito di un’operazione antidroga, conclusa con l’arresto anche di Angelo Nalci, residente a Ferentino, in provincia di Frosinone. L’udienza di convalida sarà celebrata nella giornata di lunedì. Le accuse per i sulmonesi sono di traffico e detenzione illecita di sostanze stupefacenti, rapina, falsità materiale( per aver camuffato la targa dell’autovettura), e intralcio alla giustizia.  Dalla ricostruzione dell’episodio si è appreso che militari della compagnia della Guardia di Finanza di Sulmona, nel corso di attività, tra Popoli e Bussi sul Tirino, al termine di pedinamento ed osservazione nei confronti dei tre giovani, li hanno sorpresi al momento dell’acquisto dello stupefacente dal corriere. I tre hanno cercato di disfarsi del borsone contenente sedici chilogrammi di hashish ed una pistola “scacciacani” ed hanno speronato l’autovettura della Guardia di Finanza. A seguito dell’inseguimento da parte di altre tre pattuglie della Guardia di Finanza, già sul posto, e di un’autovettura della locale stazione dei carabinieri, i giovani sono stati bloccati. Le successive attività di perquisizione domiciliare hanno consentito di rinvenire e sottoporre a sequestro ulteriori 20 grammi di hashish e un bilancino di precisione. Su disposizione di Marina Tommolini, sostituto procuratore di Pescara, tutti i quattro indagati sono stati arrestati. Fabio Di Iorio, è stato posto agli arrsti domiciliari, gli altri sono stati tradotti nel carcere di Isernia.