PALAZZO PORTOGHESI, ANCORA ATTESA LA MESSA IN SICUREZZA E SCOCCIA SI APPELLA A SINDACO DI PIERO E AD ASSESSORE LIRIS

Il consigliere regionale Marianna Scoccia chiede al sindaco Gianfranco Di Piero di convocare un incontro con l’assessore regionale Guido Liris, per risolvere l’annosa vicenda di palazzo Portoghesi, sede dell’Apc.”Risalgono ormai a più di tre anni fa le dichiarazioni dell’assessore Guido Liris che rassicurava la Valle Peligna sui tempi, ragionevolmente celeri, in cui avrebbe risolto l’annoso problema, così definito da lui, di palazzo Portoghesi sede dell’Apc. La realtà è che nulla è stato fatto, il totale immobilismo della giunta Marsilio regala, in uno dei quartieri più popolosi della città, una vista desolante, la decadenza di quello che un tempo era il fiore all’occhiello della cultura del territorio, palazzo Portoghesi”. ricorda Scoccia. “L’intervento di messa in sicurezza dovrebbe essere finanziato in parte dall’alienazione del centro di formazione professionale regionale di viale Mazzini che tuttavia coprirebbe solo un terzo del costo stimato in circa 1 milione e 500mila euro e che appare pura utopia visto che ad oggi non sembra vi siano soggetti interessati all’acquisto dell’immobile. Nulla è dato sapere sul restante milione necessario a restituire a Sulmona la sede dell’Apc” sottolinea Scoccia. “All’assessore Liris e al suo partito di riferimento, Fratelli d’Italia, unicamente impegnati in promesse elettorali, che puntualmente si scontrano con la realtà, chiedo, a nome del comprensorio, che venga in Valle Peligna non solo per raccogliere adesioni al suo partito, ma soprattutto per assumere il serio impegno di reperire fondi per restituire alla biblioteca Capograssi una sede adeguata, al fine di continuare a svolgere la meritoria azione di promozione culturale – conclude il consigliere regionale- la soluzione potrebbe essere quella di destinare ogni anno, all’interno della legge di Bilancio regionale, fondi riservati alla ristrutturazione di palazzo Portoghesi in modo tale che nel giro di qualche anno si possa tornare nella sede di piazza Venezuela. Chiederò al sindaco Gianfranco Di Piero di convocare un incontro con l’assessore Liris per affrontare in maniera definitiva l’annoso problema. Il mio impegno sarà quello di continuare a portare all’attenzione del Governo Regionale tutte le criticità e i bisogni del nostro territorio cosicché i nostri cittadini non continuino ad essere considerati cittadini di serie b”.

  • 13 Giugno 2022 in 19:14
    PermalinkCity name (optional, probably does not need a translation)

    È un colpo al cuore il degrado esterno ed interno del palazzo, Sindaco ed Assessori comunali e regionali dovrebbero fare un sopralluogo.Tra le altre cose è opera di Paolo Portoghesi, un noto Archistar e anche per questo le colpe dell’abbandono del bene pubblico sono maggiori

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.