LASCIANO LA NIPOTE CHIUSA IN AUTO SOTTO IL SOLE, A PROCESSO DUE ANZIANI DI SULMONA

In pieno mese di luglio lasciano la nipote di sette anni chiusa in macchina per andare a fare la spesa in un supermercato della città, ora sono finiti sotto processo con l’accusa di abbandono di minore. Una vicenda che ha dell’incredibile e che vede imputati una coppia di anziani di Sulmona. L’altro giorno i due, sono comparsi davanti al giudice monocratico del tribunale di Sulmona per rispondere delle accuse. Nella prima udienza sono state ripercorse tutte le tappe e soprattutto la vicenda che ha visto, suo malgrado, protagonista e vittima al tempo stesso, una bambina di sette anni. Era l’estate di due anni fa  quando la coppia di anziani, che aveva in custodia la bambina in quanto i genitori si trovavano a Milano per lavoro, ha deciso di andare a fare acquisti in un centro commerciale  di Sulmona. Arrivati a destinazione  i due l’auto hanno parcheggiato l’auto nel piazzale del mega store lasciando la piccola, che non ne voleva sapere di scendere con loro, chiusa a chiave all’interno dell’autovettura munita di telefonino. In pochi minuti la temperatura all’interno è aumentata con la piccola che ha iniziato ad avere caldo tanto da provare, inutilmente, ad aprire la portiera per uscire dall’auto. Passando davanti alla vettura e notando la bambina che continuava a lamentarsi, alcuni clienti del supermercato hanno provato a soccorrere la piccola senza riuscirci e preoccupati dalle possibili conseguenze, hanno allertato vigili del fuoco e carabinieri. In pochi minuti le forze dell’ordine sono arrivate sul posto e una volta liberata la bambina l’hanno riconsegnata ai nonni che nel frattempo, ultimati gli acquisti, erano tornati a riprendere l’auto. A quel punto i carabinieri hanno dovuto segnalare il fatto in procura facendo scattare l’inchiesta nei confronti dei due anziani, culminata nel processo per abbandono di minore.