UN VIAGGIO SOLO PER RITIRARE UN REFERTO DELLA RISONANZA MAGNETICA, PROTESTA IL TRIBUNALE DEL MALATO

Un viaggio solo per ottenere un referto della risonanza magnetica. A denunciare l’ennesimo disagio legato ai servizi della sanità è Catia Puglielli, responsabile del Tribunale per i diritti del Malato. “Non solo non abbiamo una risonanza magnetica e siamo costretti a viaggiare ma fatto inaccettabile, nonostante siamo un’unica Asl, dobbiamo fare un ulteriore viaggio solo per ottenere il referto” spiega Puglielli. “Un problema risolvibile senza alcun impegno economico che però deve gravare sui malati e i loro parenti che sono costretti a prendere permessi sul lavoro nonché pagare altra benzina – sottolinea Puglielli – Un clic sul computer invece non costerebbe nulla. Chiediamo attenzione e soprattutto rispetto. Esigiamo efficienza. Sono già diverse volte che sollecitiamo la risoluzione del problema ma evidentemente non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.