MUORE A SOLI 58 ANNI IL VICE QUESTORE GIANLUCA LIBERATORE

Lo ha tradito il suo cuore forte e generoso che si è fermato per sempre a soli 58 anni lasciando i suoi colleghi della polizia di Stato e l’intera comunità di Pratola Peligna sconvolti dal dolore. Una morte repentina e inaspettata arrivata come un fulmine a ciel sereno quella  del vice questore Gianluca Liberatore, dirigente dell’Ufficio amministrazione della Scuola per il Controllo del Territorio di Pescara. Il vice questore della Polizia di Stato Liberatore è nato a Pratola Peligna il 18 luglio 1963, si è laureato in Giurisprudenza con specializzazione in Diritto Amministrativo e Scienza dell’Amministrazione intraprendendo la carriera forense. Nel 1994 ha cominciato la carriera in Polizia ed è stato assegnato in diverse sedi tra cui le Questure di Venezia e Macerata, nel 2006 è stato trasferito alla Questura di Pescara dove ha ricoperto gli incarichi di Funzionario addetto alla Divisione Anticrimine e alla Divisione di Gabinetto.
A giugno 2008 è stato trasferito alla Scuola per il Controllo del Territorio dove, oltre ad essere dirigente dell’Ufficio Corsi e dell’Ufficio di Amministrazione, ha svolto attività di docenza di materie giuridiche durante i corsi per operatori del controllo del territorio ed allievi agenti. Con il garbo che lo distingueva, Liberatore ha saputo entrare in punta di piedi nel cuore di tutti i colleghi ma anche di tutto il personale. Di lui colpivano la sua lealtà e il suo profondo senso dell’amicizia, riconosciute anche nella cittadina peligna dove era molto stimato. I funerali si svolgeranno domani alle ore 16 nel Santuario della Madonna della Libera di Pratola Peligna.