CENTRALE TURBOGAS, COMMISSIONE AMBIENTE UNANIME: AIA DA RIVEDERE

L’amministrazione comunale dovrà richiedere all’Arta una revisione dell’autorizzazione integrata ambientale rilasciata per la centrale turbogas, nell’agosto del 2019, tenendo presente che nell’area di Sulmona si prefigura una “coabitazione” tra la centrale della Metaenergia e la centrale Snam, a Case Pente. Questa è la conclusione alla quale è arrivata oggi pomeriggio la commissione Ambiente, riunita a palazzo S.Francesco. I componenti di maggioranza e minoranza sono stati unanimi in questa decisione. Prima della decisione la commissione ha ascoltato la relazione dell’ingegnere Franco Raulli, dirigente del IV Settore e di nuovo i rappresentanti dei comitati per l’Ambiente, Giovanna Margadonna e Mario Pizzola. Se la procedura amministrativa seguita dal Comune per l’autorizzazione dell’impianto non ha presentato criticità, salvo l’assenza dei rappresentanti dell’amministrazione comunale nella Conferenza dei Servizi, nella passata consiliatura, per gli ambientalisti la procedura Aia invece ha lasciato vari dubbi, in particolare sul carattere non sostanziale della modifica apportata all’impianto della Metaenergia in zona industriale. Alla fine però è prevalsa l’indicazione ad una revisione dell’Aia, come proposto nella risoluzione che venne presentata nel marzo scorso dal consigliere comunale Maurizio Proietti e che nella passata seduta di commissione è stata di fatto accantonata.

I commenti sono chiusi