CADE IN CASA E SI FRATTURA IL FEMORE, E IL FIGLIO LA TIENE IN CASA PER DUE GIORNI

Cade in casa procurandosi la frattura di una costola e del bacino ma, nonostante le ferite, il figlio la tiene “segregata” in casa perché non si fida dei medici dell’ospedale di Sulmona. Le sue ragioni, l’uomo le rivela ai poliziotti, intervenuti nel frattempo chiamati dai vicini.  Vittima dell’incidente, una 72 enne residente in città che nei due giorni trascorsi in casa, avrebbe dovuto sopportare dolori lancinanti fini a quando, intervenuta la polizia, ha accettato di farsi soccorrere dal personale del 118 per raggiungere il pronto soccorso. Una volta raggiunto l’ospedale l’anziana è risultata positiva al test rapido ed è rimasta “parcheggiata” fino a quando l’allarme è rientrato, dopo poche ore, con il risultato negativo del tampone molecolare. Nonostante le continue rassicurazioni  dei medici, il figlio  avrebbe continuato a pretendere che la madre fosse dimessa, creando scompiglio in ospedale.