TROVATO MORTO L’ALLEVATORE DI OFENA CHE VENNE FERITO AD APRILE, SI SEGUE LA PISTA DELLA MAFIA DEI PASCOLI

È stato rinvenuto cadavere Emiliano Palmeri, giovane allevatore di 28 anni, ferito a Ofena quasi un mese fa con un colpo di una pistola da macello. L’allevatore era scomparso da questa mattina. Il giovane di Castel del Monte era stato ritrovato ferito nella notte tra il 20 e il 21 aprile scorsi. Era stato raggiunto da un colpo di una pistola da macello in un uliveto a Ofena. Poi era tornato a casa dopo essere stato sottoposto a due interventi chirurgici. Appena dato l’allarme della scomparsa è stato attivato il protocollo della Prefettura per la ricerca delle persone scomparse. Sul posto i carabinieri di Sulmona che sono entrati in azione anche con un elicottero, vigili del fuoco e 118. Sulla vicenda indaga la Procura della Repubblica dell’Aquila, con il coordinamento del sostituto procuratore Fabio Picuti. La pista che si stava seguendo è quella della mafia dei pascoli, al momento è l’ipotesi più accreditata. Dopo il suo ferimento, due cavalli della sua azienda erano stati trovati morti. A far scattare l’allarme, dopo l’aggressione del mese scorso, era stata la sua fidanzata non vedendolo tornare. Con un gruppo di amici sono partite le ricerche, fino al ritrovamento. A seguire la corsa dell’ambulanza del 118 in ospedale. Intanto non è stata ancora ritrovata l’arma che gli ha provocato la profonda ferita. Una di quelle utilizzate nei mattatoi, conosciuta anche come pistola ammazzabuoi.