IL MEDICO PATRIZIO ROSSI NEL COMITATO TECNICO-SCIENTIFICO EUROPEO PER EMERGENZA COVID

C’è anche il medico Patrizio Rossi, originario di Pratola Peligna e direttore della Sovrintendenza medica Inail nel neonato Comitato tecnico scientifico europeo per affrontare le future emergenze sanitarie. Rossi, per questo incarico di prestigio, è stato cooptato nel comitato tra gli esperti italiani. L’obiettivo è quello di “ripensare ad un codice di deontologia medica per affrontare al meglio, in futuro, emergenze sanitarie come il coronavirus, tutelando sia i medici che i pazienti con linee guida, principi e regole finora non previste né normate”. Lo ha annunciato l’europarlamentare di Forza Italia, Luisa Regimenti, componente della commissione speciale per la pandemia Covid nel corso del convegno “Codice di deontologia medica”, organizzato a Bruxelles, alla presenza del vicepresidente del Ppe, Antonio Tajani, del responsabile del dipartimento Sanità di Forza Italia,Andrea Mandelli e di circa cento specialisti di tutte le branche mediche. L’iniziativa è stata promossa anche da parlamentari di altri gruppi politici. Nell’ambito dell’evento “Il futuro dei sistemi sanitari dopo la pandemia Covid-19. Contributi medico-legali all’elaborazione di raccomandazioni basate sugli insegnamenti appresi nella lotta alla pandemia”, tenutosi il 13 maggio presso il Parlamento europeo di Bruxelles è stata formalizzata la designazione del medico Rossi. Il medico è fratello della presidente della Bcc di Pratola Peligna, Maria Assunta Rossi.

Un pensiero su “IL MEDICO PATRIZIO ROSSI NEL COMITATO TECNICO-SCIENTIFICO EUROPEO PER EMERGENZA COVID

  • 14 Maggio 2022 in 13:32
    Permalink

    Medico… x chi già siede ai massimi vertici di INAIL.sembra riduttivo….Patrizio Rossi già ci onora x questo ..poi anatomo patologo e adesso questo nuovo importantissimo ruolo. Un pratolano

I commenti sono chiusi