CENTRO GIOVANI, PING PONG IN PIAZZA XX SETTEMBRE

Singolare e bella iniziativa quella ideata da Yari Ferrore,psicologo del centro di aggregazione giovanile,in programma per sabato 14 maggio in piazza XX Settembre, dalle 17.30 alle 20. Battere e rispondere:un tavolo, una pallina, due racchette e due persone. Un momento importante,di aggregazione e ritrovo all’aria aperta voluto dal centro,in collaborazione con Asd Sporting Club libertas L’Aquila e Asd Avezzano. Si inaugura così con il tennis da tavolo (ping pong) il progetto di “Sport, benessere e natura”  con il macro-obiettivo di promuovere sport inconsueti e di incuriosire e appassionare i giovani di oggi ad attività utili ad un sano sviluppo psico-corporeo. “Troviamo nel ping pong la possibilità di esercitare tattica, tecnica, percezione, concentrazione, velocità, forza e flessibilità, ha detto Yari Ferrone, ed è un’attività che dal punto di vista psicologico, vede la parte emotiva, cognitiva e fisica dei giocatori interagire tra loro.” Uno sport per imparare l’autocontrollo delle emozioni, sviluppare la capacità di riconoscere le proprie risorse e le potenzialità dell’avversario, come elementi utili a trovare un’armonia di sé,<<Ciò che nel ping pong,conclude lo psicologo, viene definito “lo stato di grazia”.
In caso di maltempo l’iniziativa verrà svolta sotto i portici di via De Nino. A dare spettacolo saranno giocatori di alcune società abruzzesi, pronti a dare ampio spazio a chi desidera sperimentarsi in questo gioco divertente ed altamente formativo dal punto di vista fisico, mentale e cognitivo. Con l’occasione,il  Centro giovani (via Dei Sangro, Sulmona) mette a disposizione un tavolo da ping pong da poter utilizzare liberamente, dal lunedì al venerdì, dalle 16 alle 20. Uno spazio nuovo all’insegna dell’ aggregazione, del tempo libero, del confronto e della partecipazione alle attività presenti e future. L’invito a partecipare è rivolto a tutti gli studenti e studentesse del circondario. (b.z.)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.