A CASA ZACCHEO A TAVOLA CON IL MENU’ PREPARATO DAGLI ALLIEVI DELL’ISTITUTO ALBERGHIERO DI ROCCARASO

Pranzo della solidarietà e dell’amicizia, con i cuochi dell’Istituto Alberghiero di Roccaraso, ieri mattina, a Casa Zaccheo. I giovani allievi dell’Istituto di Roccaraso con i loro insegnanti hanno curato il servizio a tavola e la cucina, soddisfacendo un desiderio espresso da tempo, in una bella giornata di sole che ha fatto da cornice ad un momento di condivisione e di festa.La tavola è stata decorata con i colori della bandiera ucraina, come auspicio di pace. Un gesto arricchito dalla presenza di Oksana, giovane ucraina, fuggita dalla guerra e da poco studentessa dell’istituto che ha salutato, visibilmente commossa, il vescovo Michele Fusco e tutti i presenti.
Ai ragazzi il pastore della diocesi ha donato la felpa della Caritas ed una penna simbolica con il logo della Caritas con l’augurio di “vivere da protagonisti, scrivendo con le proprie mani un futuro di sogni e di passioni che non insegua solo mete individualiste ma tenga conto sempre dei bisogni e delle difficoltà degli altri: la gioia si moltiplica se condivisa”. A tavola con gli ospiti della mensa Caritas ed il vescovo, il direttore della Caritas, Giovanni Cruciani, la dirigente scolastica, Cinzia D’Altorio, gli insegnanti dell’Alberghiero ed il parroco di Roccaraso, don Ishak.
 
I

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.