PROCESSO PER UN 48ENNE CHE RIVOLSE OFFESE SESSISTE SU FACEBOOK ALLA SENATRICE DI GIROLAMO

Era stata oggetto di pesanti accuse sulla sua pagina Facebook, alcune anche sessiste. Ieri, per un 48enne residente nella Marsica è iniziato il processo davanti al giudice monocratico del tribunale di Sulmona. L’accusa è diffamazione aggravata. Oggetto delle pesanti offese la senatrice sulmonese del Movimento 5 stelle, Gabriella  di Girolamo.

Infatti fanno riferimento al marzo del 2020 quando la senatrice, in piena emergenza sanitaria, aveva pubblicato alcuni contenuti sulla sua pagina Facebook. Ne venne fuori un dibattito piuttosto acceso nel quale si inserì l’attuale imputato con un commento pieno di offese sessiste che la senatrice non fece passare, tanto da raggiungere il commissariato di Sulmona per sporgere querela nei confronti del leone da tastiera marsicano. Dopo essere stato individuato dalla polizia postale, l’uomo è stato rinviato a giudizio e ieri si è aperto il processo che, dopo le prime schermaglie tra accusa e difesa è stato rinviato al prossimo 7 novembre per la seconda udienza.

Quello dei cosiddetti “leoni da tastiera”  sui social è un fenomeno che, negli ultimi tempi si è amplificato in maniera esponenziale tanto che i processi per diffamazione aggravata sono sempre più numerosi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.