DI GIROLAMO: SULMONA CITTA’ VIRTUOSA PER I PROGETTI UTILI ALLA COLLETTIVITA’ PER PERCETTORI RDC

“Lo sviluppo forte e concreto dei Progetti utili alla collettività (Puc) che impiegano i percettori del reddito di cittadinanza saranno una delle proposte del Movimento 5 Stelle per le prossime elezioni amministrative di L’Aquila”. Lo afferma la senatrice Gabriella Di Girolamo. “La propaganda strumentale sul Reddito di cittadinanza (Rdc) da parte di chi non riesce a concepire una società giusta e solidale, che non abbandona nessuno alla miseria, viene costantemente smentita dai numeri – sottolinea la parlamentare M5S – Un’indagine della Caritas ha evidenziato come il Rdc durante questi due anni di pandemia ha evitato un vero e proprio disastro sociale, interessando una rilevante parte della popolazione. Nel corso del 2020 l’aumento di nuclei percettori della misura è stato pari al 43% ed il 57% dei nuclei che lo riceve, soprattutto famiglie composte da una o due persone, sono riusciti a superare la soglia di povertà.Allo stesso tempo, dove i Puc sono stati attivati, i percettori si rendono utili alle loro comunità supportando le amministrazioni locali in servizi per i quali mancano personale e risorse economiche. È il caso di Sulmona che può essere annoverata tra le città virtuose per l’attivazione di Puc e per i diversi compiti che stanno svolgendo i percettori di Rdc. Ciò è accaduto grazie alla collaborazione con l’ex Assessore Marina Bianco, della precedente Amministrazione, con la quale ho interloquito più volte per l’avvio dei primi progetti, e grazie all’impegno dell’attuale Assessore del Movimento 5 Stelle Attilio D’Andrea che ha aggiunto nuovi progetti, entrambi supportati con professionalità dagli uffici comunali di riferimento”. “Grazie alla linea programmatica condivisa e attuata dalla coalizione guidata dal sindaco Gianfranco Di Piero, oggi a Sulmona, i percettori di Rdc collaborano, o inizieranno a breve a collaborare, alla manutenzione del verde pubblico, alla gestione dell’hub vaccinale con la protezione civile,  al servizio di guardiania in Comune, per integrare il personale necessario ai servizi museali, per l’apertura e la chiusura del parco Fluviale, per la sicurezza di bambini e studenti all’ingresso delle scuole, per garantire il servizio di Biblioteca, per il processo di digitalizzazione e archiviazione in Comune” precisa Di Girolamo. “Se c’è volontà politica, i percettori di Rdc possono essere un validissimo supporto ai Comuni per garantire servizi a cittadini offrendo a persone e famiglie in difficoltà la possibilità di ricambiare con un lavoro dignitoso l’aiuto economico ricevuto. Sulmona ne è la dimostrazione, L’Aquila, che è il nostro capoluogo di Regione, non può essere da meno” conclude la senatrice.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.