EDIFICI RURALI, AL VIA DOMANDE PER CONTRIBUTI ALLA RISTRUTTURAZIONE

Al via le domande per contributi ristrutturazione edifici rurali. Dal 29 aprile, è già possibile inviare progetti di intervento per la tutela e valorizzazione dell’architettura rurale. L’avviso – che ha una dotazione finanziaria di 6,5 milioni di euro destinati a finanziare 43 interventi per un contributo massimo per ciascuno di 150 mila euro – è stato presentato questa mattina nel corso di un webinar organizzato dal Dipartimento Sviluppo economico della Regione Abruzzo. Obiettivo della Misura, inserita nella Missione 1 del Pnrr, è la valorizzazione della bellezza del paesaggio rurale del territorio abruzzese attraverso il recupero degli edifici, le strutture e le opere rurali (tholos, case di terra, masserie, stalle e mulini) tipici della tradizione popolare e religiosa delle comunità rurali.
I finanziamenti dovranno essere finalizzati alla realizzazione di interventi che abbiano come oggetto il risanamento conservativo e il recupero funzionale, gli interventi di manutenzione del paesaggio rurale, l’allestimento di spazi da destinare a piccoli servizi sociali, culturali, ambientali e turistici (escluso l’uso ricettivo), per l’educazione ambientale e la conoscenza del territorio. L’avviso, che prevede anche la presentazione di Progetti d’ambito, si rivolge a soggetti privati, persone fisiche, soggetti privati profit (ditte individuali, imprese in forma societaria, imprese sociali e imprese agricole), soggetti non profit (enti del terzo settore, organizzazioni culturali, Fondazioni…) – enti ecclesiastici civilmente riconosciuti (parrocchie, diocesi…) che siano proprietari, possessori o detentori a qualsiasi titolo del bene immobile oggetto di intervento. Gli interventi devono essere avviati entro il 30 giugno 2023 e conclusi entro dicembre 2025. La procedura sarà a sportello. Le domande dovranno pervenire in via telematica entro le ore 14 del 20 maggio, utilizzando la piattaforma informatica messa a disposizione da Cassa Depositi e Prestiti.