A PETRA CIAMPA IL PREMIO “LAVORATORE IDEALE” DELLA PROVINCIA DI PESCARA

Un importante riconoscimento quello che Petra Ciampa, originaria di Sulmona e residente a Popoli, riceverà domani come “Lavoratore ideale”. La donna, 43 anni, che vive nella città delle acque con il compagno Pierluigi e madre di due bambine, Francesca e Angelica, è emozionata alla vigilia della cerimonia di consegna del premio. Dipendente di una impresa di pulizie, che opera al servizio dell’ospedale di Popoli, Petra si schermisce. “Non so se sono proprio lavoratore ideale – dice – sono emozionata e dedico questo riconoscimento alle mie figlie e a tutti i lavoratori invisibili, come veniamo definiti, che ogni giorno lavoriamo a sanificare e pulire gli ambienti dell’ospedale di Popoli, a contatto con i malati. Siamo affezionati a loro, che ogni giorno abbiamo occasione di vedere”. “La pandemia è stato certo un momento assai difficile – continua Petra, delegata del sindacato Filcams Cgil – eravamo chiusi nelle nostre tute da lavoro, correndo un rischio altissimo, perchè non esisteva ancora il vaccino”. “Questo premio gratifica quanti come me svolge un lavoro pesante, come il mio, che faccio da quando avevo diciotto anni” precisa Ciampa. Infatti Petra cominciò a lavorare nell’impresa di pulizie con la mamma, Nadia, quando il papà Fernando, ex operaio alla Montedison, non stava bene. Ad annunciarle il premio, che ritirerà nella sede della Provincia di Pescara, Davide D’Urbano, della Cgil di Pescara ed Enzo Sabatini, segretario dello Spi Cgil di Popoli, che le ha espresso vive congratulazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.