ERA AI DOMICILIARI E CONTINUAVA A SPACCIARE, DUE ARRESTI A PRATOLA PELIGNA

Per la Guardia di Finanza continuava a spacciare anche se si trovava agli arresti domiciliari. Nella mattinata di ieri i finanzieri hanno rotto gli indugi e si sono presentati con una unità cinofila a casa di  Samuel Silla, ventidue anni, di Pratola Peligna, sorprendendolo con un complice mentre preparava dosi destinate allo spaccio nel mercato locale. Con Silla è finito nei guai anche Giuseppe Calvano, nato a Napoli e residente a Prezza, venti anni. Per entrambi le accuse sono di concorso in detenzione e spaccio di stupefacenti. Nel corso della perquisizione le Fiamme gialle hanno sequestrato oltre 700 grammi di marijuana ed un mezzo chilogrammo di hashish, bilancini di precisione e altro materiale per il confezionamento delle dosi. Subito dopo l’operazione per Silla si sono aperte le porte del carcere di Isernia, mentre per Calvano sono stati disposti gli arresti domiciliari. Il 20 febbraio scorso i carabinieri avevano arrestato Silla, dopo un inseguimento lungo le vie del centro della cittadina, per aver tentato la fuga con ottanta grammi di marijuana tenuti nella propria auto. L’udienza di convalida è fissata nella giornata di domani per entrambi, assistiti dall’avvocato Fabio Guido.