PICCHIA E OFFENDE LA MOGLIE PER ANNI, UOMO DI ALFEDENA FINISCE IN CELLA

Finisce in carcere un uomo residente ad Alfedena, su ordine di custodia cautelare emesso dal Gip del Tribunale di Sulmona, con la pesante accusa di maltrattamenti in famiglia. L’uomo per anni, avrebbe inflitto violenze e recato gravi offese alla moglie. La donna sarebbe stata minacciata, ingiuriata e picchiata in più occasioni, con schiaffi e pugni, anche quando si è vista costretta ad interrompere la convivenza con il coniuge. L’ipotesi di reato che ha portato l’uomo in carcere è aggravata dall’accusa che avrebbe malmenato la moglie in presenza delle figlie minorenni. La donna, dopo i continui gravi soprusi che avrebbe subito dal marito, si è decisa nel marzo scorso a denunciare l’uomo, che avrebbe posto in essere un ennesimo atto di violenza. La donna ha raccontato di aver subito aggressioni violente e atti di persecuzione. Aveva accettato anche di tornare alla convivenza con il marito, nel 2018, avendo soddisfatto il suo desiderio di rivedere le figlie. Ma presto sono ricominciate violenze verbali e fisiche nei suoi riguardi. E di nuovo la donna si è vista costretta a recedere dalla convivenza. Gli ultimi gravi fatti, che hanno convinto la donna a denunciare il marito, sarebbero avvenuti tra gennaio e marzo scorsi.