SAN BENEDETTO IN PERILLIS, TORNA “IL BORGO DEL LIBRO” CON LUCA MORETTI

Una sottile linea nera attraversa i libri dello scrittore Luca Moretti: dalla narrazione criminale della Suburra romana, trattata molti anni prima che approdasse sui grandi schermi, al graphic novel sull’omicidio di Stefano Cucchi, il primo documento che provò a ricostruire la vicenda e di indicare i colpevoli, fino al romanzo metapolitico dedicato all’eversione nera e alla storia dei Nuclei Armati Rivoluzionari, fino a Roma Criminale, raccolta di testi curata con il rapper del Truceklan Duke Montana, per approdare al Canaro della Magliana, la storia maledetta da cui Matteo Garrone ha tratto la bellissima pellicola Dogman. In quasi venti anni lo scrittore originario di Civitaretenga sembra aver percorso un lungo viaggio tra le pieghe del male e della violenza: una narrazione noir, potente, viscerale, degna del miglior hard boiled statunitense, i cui protagonisti sono vittime, sospettati, esecutori, antieroi cui spiccano le doti libertarie e autodistruttive. Luca Moretti racconterà la genesi e i retroscena delle storie nere che ha affrontato in questi anni venerdì 25 marzo in quello che dai più oggi è riconosciuto come “Il Borgo del Libro”, a San Benedetto in Perillis, il piccolo paesino nella Piana di Navelli che l’estate scorsa ha ospitato la seconda edizione del festival Libri nell’Entroterra e che grazie al grande lavoro di Paolo Fiorucci – “Il Libraio di Notte” – delle istituzioni, dell’associazione culturale Perill’Arte e della comunità locale, sta assumendo un ruolo sempre più centrale nella promozione del territorio come incubatore di narrazioni ed eventi culturali. L’intento di questo come degli altri eventi pensati per il Borgo del libro, è quello di coniugare il potere immaginifico della letteratura alla fragile bellezza del paesaggio montano abruzzese e stimolare così momenti di creatività e di confronto in un luogo dell’entroterra dove, apparentemente, si pensa che l’arte non attecchisca. L’appuntamento è dalle ore 18 nella la grotta ipogea di via Cisterna; dialogherà con l’autore Paolo Fiorucci, libraio e poeta. Interpreterà i testi l’attrice Catia Castagna. L’ingresso è gratuito.