I LIBRI E LA SOLIDARIETA’

La solidarietà è, tra gli atti d’amore, uno dei più alti che possiamo esprimere e in questo ultimo periodo, purtroppo sembra non bastare mai. Viviamo in un’epoca in cui i rapporti umani sono stati impoveriti nella sostanza da una crisi pandemica, feriti da una guerra che nessuno voleva ma che di fatto dilania il cuore dell’Europa. Ma nonostante tutto, per fortuna, c’è ancora spazio per pensare agli altri,per includere il bene del prossimo nelle nostre priorità quotidiane.
Con questi sentimenti,  nasce l’idea di aiutare la famiglia di Fabrizio, l’edicolante di piazza XX scomparso di recente, a vendere le rimanenze e giacenze dell’attività. “C’è un po’ di tutto, si legge nel messaggio che corre veloce in chat e sui social: libri, fumetti, collane, dvd e tanto altro.” E allora, trasformiamo la necessità della famiglia di chiudere l’attività sgomberando il locale, in un’occasione per tutti di acquistare un bene sì materiale, ma soprattutto morale, portandosi via un pezzo di cuore dell’edicola, quel cuore  che Fabrizio metteva ogni giorno nel suo lavoro e che smettendo di battere, ha lacerato quello di chi lo ha amato e apprezzato per i suoi modi garbati.
Si può prendere anche un appuntamento, chiamando il numero 3393948239 e organizzandosi con i familiari. “Grazie a chi vorrà dare una mano,ancora una volta, nonostante tutto, conclude il messaggio, nonostante una crisi economica e sanitaria che incupisce e scoraggia.” (b.z.)