L’ADDIO DEL SEGRETARIO GENERALE MANDA IN “CRISI” LA MAGGIORANZA

Mentre tra i banchi dell’opposizione si annunciano sorprese e nuovi equilibri politici con il passaggio di Salvatore Zavarella dal gruppo dei civici a quello di Fratelli d’Italia, nella maggioranza c’è aria di crisi. Lo riporta oggi il quotidiano il Centro in un articolo di Claudio Lattanzio. Ad innescare tensioni e crisi  è stato l’abbandono a sorpresa del segretario generale Nunzia Buccilli, che ha abbandonando la nave, proprio alla vigilia di importanti appuntamenti come la discussione in consiglio del bilancio di previsione. Per non parlare della situazione bollente che si sta vivendo all’interno del partito democratico di Sulmona dove è in atto una resa di conti tra il segretario politico nonché vicesindaco e assessore ai Lavori pubblici Franco Andrea Casciani e la presidente del circolo cittadino Teresa Nannarone.

Teresa Nannarone

Sotto tiro dei democratici anche il sindaco Gianfranco Di Piero al quale viene imputata la fermezza con la quale avrebbe sostenuto fino alla fine il rinnovo dell’incarico al segretario Nunzia Buccilli, almeno per altri sei mesi, per permettere un passaggio di consegne tra il vecchio e nuovo segretario generale meno traumatico, proprio per gli importanti appuntamenti amministrativi che aspettano nei prossimi giorni la maggioranza. Secondo il partito democratico, il sindaco avrebbe dovuto procedere alla sostituzione della Buccilli, subito dopo il suo insediamento a palazzo San Francesco. Tant’è che in più circostanze hanno addossato precise responsabilità al segretario generale, soprattutto sulle cause perse dal Comune per quanto riguarda la vicenda dei “furbetti del cartellino”, costata alle casse comunali svariate migliaia di euro. Tutto questo proprio per favorirne la sostituzione.

Ma il sindaco è andato sempre sulla sua strada riconoscendo grande professionalità e capacità al segretario generale tant’è che fino a qualche giorno fa, ha cercato in tutte le maniere di trattenere il dirigente cercando di convincere il presidente della provincia di Pescara, Ottavio De Martinis, a rinnovare la convenzione di segreteria generale. Lo ha fatto il 14 marzo scorso con una lettera in cui ha chiesto ufficialmente al presidente De Martinis di prorogare l’accordo in scadenza il prossimo 23 di marzo. “Gentile Presidente”, scrive il sindaco di Sulmona, “faccio seguito alle vie brevi per chiederTi di voler valutare la proroga della convenzione di segreteria generale al fine di consentire a questa amministrazione di fruire dell’apporto professionale della dott.ssa Nunzia Buccilli che, peraltro presso questo ente riveste anche le funzioni dirigenziali in materia di bilancio e contabilità. Lo spirare del rapporto convenzionale potrebbe creare gravi disfunzioni all’organizzazione degli uffici e dei servizi”.

Franco Casciani

Richiesta che non è stata accolta, soprattutto per volere della Buccilli, che ha voluto togliersi qualche sassolino dalla scarpa proprio nei confronti del Pd, che non ha mai fatto nulla per nascondere di non volerla. Intanto nel circolo cittadino dei Democratici c’è aria di crisi tra membri del direttivo che minacciano di riconsegnare la tessera e i vertici che non si parlano ormai da settimane.  Casciani e Nannarone sono ormai ai ferri corti e non si escludono clamorose sorprese già dai prossimi giorni.

3 commenti su “L’ADDIO DEL SEGRETARIO GENERALE MANDA IN “CRISI” LA MAGGIORANZA

I commenti sono chiusi