CAMERATA MUSICALE, QUINTETTO BOTTESINI AL “CANIGLIA”

Terzultimo appuntamento della stagione della Camerata Musicale Sulmonese al Teatro Caniglia in Sulmona, domenica 20 marzo, alle 17.30, con il Quintetto Bottesini.  In programma brani di Schumann e Schubert. L’ensemble è nato con l’intento di riscoprire un repertorio di rara esecuzione e di grande interesse musicale, quello dedicato all’organico del quartetto d’archi e pianoforte, ma con il contrabbasso in luogo del secondo violino, (consacrato da Franz Schubert con il celebre quintetto D667 “Die Forelle” (1819), ma frequentato anche da autori come Cramer, Labor, Hummel già dalla fine del ‘700). Unica formazione stabile in Italia con questo particolare organico, il quintetto ha scelto di dedicare il nome dell’ensemble al grande virtuoso del contrabbasso -nonché compositore e direttore d’orchestra- Giovanni Bottesini (1821-1889). Il repertorio del Quintetto spazia dal classicismo al romanticismo mitteleuropeo con opere di Hummel, Schubert, Schumann, Goetz, Farrenc, Onslow, dal ‘900 di Vaughan Williams a Piazzolla, Rota, Morricone e autori italiani contemporanei quali Stefano Taglietti, Raffaele Bellafronte, Carlo Crivelli, Fabrizio Festa, Marco Stassi che hanno scritto espressamente per il gruppo.