TRUFFA DEL PACCO E LADRI IN APPARTAMENTO NEL CENTRO STORICO

Con il pretesto di consegnare un pacco hanno messo a segno un furto, con cospicuo bottino, in un appartamento del centro storico. A Sulmona stamattina sono tornati in azione i malviventi della truffa del pacco. Questa volta l’agguato è stato teso ad una nota personalità cittadina dello sport. La moglie del professionista ha ricevuto la telefonata che annunciava l’arrivo di un pacco da ritirare in ufficio postale, inviato su ordinazione del nipote e da pagare per la somma di 4500 euro. Un giovane, mentre il marito si recava in ufficio postale, è piombato in casa, per pretendere il pagamento annunciato. La donna ha risposto che quella somma contante in casa non l’aveva. Intanto il giovane, trattenendosi nell’abitazione, reclamando un pagamento in contanti, è riuscito a fare manbassa di soldi, oro e altro, rubando tutto. In tutta fretta poi il ladro ha lasciato il condominio, agendo assolutamente indisturbato e facendo perdere ogni traccia. Sul posto sono stati chiamati i carabinieri, avvertiti dal marito di ritorno dall’ufficio postale, resosi conto con sbigottimento dell’accaduto. Infatti in casa la linea telefonica fissa risultava messa fuori uso mentre il cellulare di proprietà della padrona di casa è stato tra i primi oggetti rubati, per evitare che l’allarme del furto potesse essere immediato. L’episodio è l’ennesimo campanello d’allarme sulle azioni di questi malviventi senza scrupoli, insaziabili nella loro attività criminale. Una piaga che deve sollecitare non solo la vigilanza costante di carabinieri e polizia ma anche la collaborazione fattiva di cittadini che possano segnalare alle forze dell’ordine qualsiasi persona o movimento che susciti sospetto, arrivando a scovare delinquenti di professione che potrebbero giovarsi anche dell’appoggio di basisti locali, a conoscenza di famiglie della città e delle loro abitudini.

I commenti sono chiusi