OVIDIOPOL, IN UCRAINA UNA CITTA’ INTITOLATA AL VATE SULMONESE

Ovidiopol è una cittadina ucraina di dodicimila abitanti che sorge sulla sponda sinistra dell’estuario del Nistro, a 40 chilometri da Odessa. Il nome le è stato dato per rendere omaggio ad Ovidio. A ricordarcelo è Lucrezia Daniele, architetto sulmonese. E pochi sulmonesi probabilmente conoscono questo fatto. “Ho scoperto questa cosa solo oggi, grazie a Karin Bergman Tjivikua. Confesso che mi sono sentita ignorante e triste. Sicuramente molti abitanti di Ovidiopol’ conoscono Sulmona” sottolinea l’architetto. “Io ignoravo totalmente la loro esistenza. Per assurdo, devo ringraziare questa drammatica guerra per avermi fatto posare gli occhi su Ovidiopol’ e l’Ucraina. Avrei voluto saperlo in modo diverso” precisa. Il nome originario di Ovidiopol’ era “Hacıdere” ma, nel 1795, Caterina II di Russia decise di cambiarlo in Ovidiopol’ in onore del nostro poeta Ovidio. La scelta della sovrana seguì la teoria (errata) del letterato moldavo Dimitrie Cantemir. Nella sua “Descriptio Moldaviae” del 1714, lo scrittore sosteneva che un lago nei pressi di Akkerman un tempo si chiamasse “Lacul Ovidului” poiché proprio qui vi sarebbe morto il poeta Ovidio. Un motivo in più per essere vicini in spirito solidale con il popolo dell’Ucraina e per accogliere in città e nel comprensorio i profughi in questi giorni in arrivo.

2 commenti su “OVIDIOPOL, IN UCRAINA UNA CITTA’ INTITOLATA AL VATE SULMONESE

I commenti sono chiusi