‘NDUCCIO FA UNO SPOT PER GLI ORSI

La vicenda di Juan Carrito ha spinto anche ‘Nduccio a scendere in campo. Il noto attore, cabarettista e musicista abruzzese ha accolto l’invito del Wwf a registrare uno spot per l’orso, con l’utilizzo di immagini girate nell’oasi Wwf e riserva regionale Gole del Sagittario. Il video, che è a disposizione di tutti sulla pagina Facebook del Wwf Abruzzo, è stato presentato ieri all’auditorium del Museo universitario di Chieti. «Assistiamo troppo spesso», ha detto Filomena Ricci, delegata del Wwf Abruzzo, «a comportamenti sbagliati che possono mettere a rischio la sopravvivenza degli orsi e la salute delle persone: inseguimenti da parte di automobilisti; incontri con cani non tenuti come si dovrebbe; rifiuti organici non conferiti in modo adeguato; pochi, pochissimi, cassonetti anti-orso istallati nelle aree di frequentazione della specie, tanto per citarne solo alcuni. Le vicende legate a Juan Carrito, vittima di questi comportamenti umani sbagliati, sono emblematiche in tal senso. Ci sembra, dunque, che sul territorio ci sia ancora molto da lavorare. L’invito a ‘Nduccio è nato proprio con l’intento di far arrivare un messaggio di conservazione e tutela a un pubblico più ampio possibile». «Da abruzzese e da amante della natura ho risposto all’invito del Wwf», ha detto ‘Nduccio, «perché credo che sia un dovere di tutti impegnarsi per salvare una specie simbolo della nostra regione in gravissimo pericolo. Non solo: il mio impegno andrà oltre perché oggi mi sono iscritto al Wwf e continuerò anche in futuro a dare il mio contributo alle sue battaglie». «In questo momento è, però, più che mai necessaria un’azione sinergica», ha aggiunto Dante Caserta, vicepresidente del Wwf Italia, «da parte di ogni componente della nostra organizzazione sociale».©RIPRODUZIONE RISERVATA