TAVOLO SANITA’ SU PRECARI ASL, E’ POLEMICA: L’ASSESSORE VERI’ ESCLUDE ALCUNI SINDACATI

Alcune sigle sindacali del mondo della sanità escluse dal tavolo regionale convocato dall’assessore alla Sanità, Nicoletta Verì ed una nuova polemica si abbatte sul governo regionale. Imbarazzo e malumore infatti ha provocato nel mondo sindacale e qualche mugugno anche nel centrodestra in Regione la convocazione, per domani, del “Tavolo regionale permanente della salute” in videoconferenza in cui si discuterà tra l’altro di “internalizzazione servizio Cup” e “Procedure per servizi esternalizzati” e Pnnr, nel quale si prenderà in esame anche la gravosa questione dei precari nella sanità pubblica abruzzese. Tavolo al quale sono state invitate con una nota interna non resa pubblica, tra gli altri, le segreterie regionali di Cgil, Cisl, Uil, Nursing Up e le segreterie regionali dei medici di Cgil, Cisl e Uil, ma non i rappresentanti di altre organizzazioni di categoria come Anaao-Assomed, Fesica e Figm, il sindacato dei medici di medicina generale. Una decisione che sarebbe stata presa in autonomia dall’assessore Verì, provocando reazioni critiche anche da alcuni settori della maggioranza e perfino da esponenti della Lega, partito dell’assessore. Vista l’importanza dei temi di cui si discuterà, primo tra tutti il tema e nodo dei precari delle Asl abruzzesi, in molti non avrebbero gradito la decisione di procedere autonomamente e senza comunicazioni di sorta con la convocazione del tavolo, con l’aggravante di aver escluso importanti sindacati che su quelle questioni si battono da tempo.