I NO GREEN PASS DI NUOVO IN PIAZZA A SULMONA

Hanno protestato in piazza Garibaldi esponendo striscioni e coprendosi il volto con le maschere in segno di protesta contro il green pass. I no vax-no green pass sono tornati in piazza dopo il blitz effettuato dalla polizia in una pizzeria nei pressi di Porta Napoli, per contestare l’obbligo della certificazione verde. “Se volevo il permesso di circolare e la revisione ogni sei mesi nascevo automobile”, si legge in uno degli striscioni esposti in piazza dai no green pass Valle Peligna che hanno posto in essere nel tardo pomeriggio di ieri l’azione dimostrativa. “Vogliamo il ripristino della Costituzione nonchè il diritto al lavoro. Come pure vogliamo ricominciare a vivere”, hanno detto a chiare lettere  Domenico Liberati e Rossella Tirimacco del movimento. Tra i manifestanti anche Marco D’Amato che nei giorni scorsi si è recato a piedi da Villanova fino al Quirinale chiedendo di incontrare il presidente Sergio Mattarella. Durante la manifestazione di protesta che si è tenuta sotto l’occhio vigile di una folta rappresentanza di polizia e carabinieri, i no green pass hanno spiegato di non poter essere definiti “no vax” e che, a loro modo di vedere, non ci sarà alcuna denuncia riguardo al blitz della Polizia nella pizzeria di Porta Napoli. Ieri il gruppo di attivisti che contestano la certificazione verde, hanno manifestato sfidando l’ordine della questura dell’Aquila che nel pomeriggio aveva detto no alla conferenza stampa in luogo pubblico poichè l’autorizzazione sarebbe stata richiesta in ritardo.