SINDACI UNITI CONTRO IL CARO-PEDAGGI IN AUTOSTRADA (video)

No al caro-pedaggi autostradali e messa in sicurezza delle autostrade. Questa mattina i sindaci della Valle Peligna e della Valle Subequana hanno manifestato davanti al casello autostradale di Sulmona-Pratola Peligna, indossando le fasce tricolori. Esprimendo la loro ennesima protesta contro il caro-pedaggi e denunciando l’immobilismo del governo che deve dare risposte agli utenti e agli amministratori locali, i sindaci hanno fatto volantinaggio. “No ai rincari, si alla sicurezza sulle autostrade” è scritto nel volantino distibuito agli automobilisti di passaggio con l’invito al presidente del Consiglio, Draghi, al ministro Giovannini e ai parlamentari abruzzesi e laziali, di arrivare ad una soluzione definitiva della vertenza. In prossimità della ripartenza, superata come si auspica la pandemia e l’imminenza della stagione estiva, il rincaro dei pedaggi rappresenta un ostacolo anche per il turismo, linfa vitale per il Centro Abruzzo. Ed è per questo che accanto ai sindaci peligni e subequani, in fascia tricolore è stato presente anche un rappresentante dell’amministrazione comunale di Roccaraso. Accanto ai sindaci anche la senatrice Gabriella Di Girolamo. “Oggi è un segnale importante, tutti i sindaci stanno presidiando i caselli autostradali a24 e a25 – ha detto il sindaco di Prezza e consigliere regionale Marianna Scoccia – speriamo che dal primo luglio non scatti l’aumento del costo dei pedaggi, viviamo un momento difficile”. Scoccia ha ricordato che sarà presto organizzata una manifestazione con oltre un migliaio di sindaci e amministratori locali, dell’Abruzzo e del Lazio. “Sono qui con i sindaci perché la loro richiesta è assolutamente legittima – ha detto la senatrice Di Girolamo – un voluminoso dossier è sul tavolo del presidente Draghi, segno dell’urgenza della questione ed il governo dovrà prendere una posizione netta e chiara per risolvere la vertenza con i gestori delle autostrade”, “I sindaci, anche su questa vertenza, come su altre, sono in prima linea a difesa del territorio – ha sottolineato Antonella Di Nino, sindaco di Pratola – certo è che in questi ultimi anni siamo sempre in difesa, a volte vorremmo stare in attacco, per usare una metafora calcistica, invece ci ritroviamo sempre a difendere i presidi territoriali e a difenderci da provvedimenti che possano avere effetti devastanti sul territorio. Oggi siamo tutti uniti contro il caro-pedaggi”.  “Al problema dei pendolari e della sicurezza delle autostrade oggi si va ad aggiungere il caro pedaggi- ha precisato Franco Casciani, vice sindaco di Sulmona – fatti che penalizzano anche l’economia turistica, sarà quindi opportuno riaprire un tavolo tecnico con il ministero per arrivare ad una soluzione”. “L’aumento del costo dei pedaggi, previsto per luglio prossimo, va ad inserirsi in un contesto già pesante, con gli aumenti delle bollette che hanno messo in crisi tante famiglie – ha spiegato Cristian Rucci, consigliere comunale di Roccaraso – per questo è bene che il territorio faccia sentire la sua voce”. Davanti al casello autostradale di Cocullo hanno protestato i sindaci della Valle Sagittario.