NUOVI 183 CONTAGI COVID IN CENTRO ABRUZZO, INFEZIONE PER UN BIMBO DI OTTO MESI E ALTRI PROVVEDIMENTI PER LE SCUOLE

Sono 183 i nuovi contagi da virus oggi in Centro Abruzzo: Sulmona 64, Castel Di Sangro 33, Pratola Peligna 24, Corfinio 7, Roccaraso 7, Barrea 5, Introdacqua 4, Raiano 4, Pescocostanzo 4, Alfedena 3, Castelvecchio Subequo 3, Ateleta 3, Campo Di Giove 3, Pescasseroli 3, Scanno 3, Pacentro 2, Scontrone 2, Pettorano sul Gizio 2, Prezza 2, Bugnara 1, Villetta Barrea 1, Molina Aterno 1, Gagliano Aterno 1, Rivisondoli 1. Tra i nuovi casi compaiono, tra gli altri, un bimbo di otto mesi e un richiedente asilo ospite del cas di Roccacinquemiglia. Situazione sotto controllo nella casa di riposo dell’ex Casa Santa dove sono state accertate 11 positività con un quadro clinico pressocchè buono o gestibile vista la copertura vaccinale. Nuovo fronte nella casa famiglia di Campo di Fano, dove è stato accertato un caso. Sono 19 gli attuali degenti sul territorio di cui uno in terapia intensiva. Altri otto provvedimenti sono stati emessi dall’ufficio igiene e prevenzione Asl. Riguardano una sezione della scuola dell’infanzia a Sulmona, una sezione di un asilo nido e tre classi di scuola primaria in città, una classe del Liceo Artistico e un’altra del Liceo Scientifico, una sezione della scuola dell’infanzia di Pratola Peligna. Solo per una delle otto classi raggiunte da provvedimento Asl si applica la sorveglianza con testing, con tampone finale cioè al quinto giorno mentre tutte le altre sono state poste in quarantena, totale o selettiva, in base alla normativa vigente e al grado d’istruzione. Omicron intanto rallenta la sua circolazione. Dal sequenziamento dei campioni positivi, svolto dal 17 gennaio ad oggi, la variante Delta è stata individuata su 101 tamponi mentre quella Omicron su 35 in tutta la provincia dell’Aquila. Nel Centro Abruzzo gli altri casi accertati sono stati scoperti a Sulmona (3), Molina Aterno (2), Pratola Peligna (1), Raiano (1), Rivisondoli (1) e Castel Di Sangro (1). Per un totale di 56 casi individuati con la tipizzazione dei test positivi, da dicembre ad oggi, anche se non tutti i campioni sono stati oggetto di sequenziamento. Giornate impegnative anche nel centro vaccinale preso d’assalto ieri con oltre 440 dosi inoculate, in vista soprattutto dell’obbligo ormai prossimo per gli over 50. Oggi sono stati 300 i vaccini somministrati.