FERROVIA PESCARA-ROMA, IL COMUNE DI MANOPPELLO VUOLE UNA MODIFICA DEL TRACCIATO: LA NOSTRA CITTADINA E’ TAGLIATA IN DUE

Proseguono le azioni dell’amministrazione comunale di Manoppello allo scopo di ottenere la modifica del progetto di raddoppio del tracciato ferroviario Pescara-Roma che taglierebbe la cittadina in due, con grosse ripercussioni in termini di sicurezza e vivibilità per i cittadini. Su proposta del sindaco Giorgio De Luca, e a seguito di un lavoro di concertazione avviato nei giorni scorsi e che ha visto lavorare insieme maggioranza ed opposizione, è stata istituita ieri, lunedì 24 gennaio, nel corso dell’assise civica, una commissione consiliare speciale, ai sensi dello Statuto Comunale. Il nuovo organismo temporaneo con “finalità di indagine, inchiesta e di studio, sul progetto presentato da RFI riguardante il lotto 1 (Brecciarola – Manoppello Scalo) e lotto 2 (Manoppello Scalo – Alanno)” analizzerà le problematiche legate alla realizzazione del progetto, metterà a sistema tutte le informazioni disponibili sul progetto, lavorerà in sinergia con le altre commissioni consiliari, si relazionerà con il neonato comitato intercomunale Comferr e più in generale con la cittadinanza, parteciperà a riunioni ed incontri sul tema. Nei giorni scorsi intanto i consiglieri comunali del gruppo di minoranza Popoli Democratica hanno chiesto la convocazione di una seduta straordinaria del Consiglio comunale, per discutere il progetto di raddoppio della linea ferroviaria, che penalizzerebbe anche la stazione di Popoli.