LA SCONFITTA DELLA JUVE IN SUPERCOPPA INFIAMMA IL TIFOSO CIRILLI CHE ABBANDONA I SOCIAL

L’attore sulmonese Gabriele Cirilli abbandona Facebook. Non sono le scuse dell’attore ai tifosi dell’Inter fatte con un video in cui ammetteva di essere andato oltre con i giudizi subito dopo la conclusione della partita di Supercoppa Inter-Juventus, vinta dai nerazzurri con il risultato di 2-1, arrivato proprio in “zona Cesarini”. A scatenare la veemente reazione dei tifosi per alcuni post come “basta interisti a fare la telecronaca”, “Barella è un buffone: si tuffa, ci ridono anche all’estero” e “questo ha ucciso psicologicamente l’arbitro che non vedeva l’ora di dare il rigore”. “L’Inter è talmente antipatica che solo uno come Inzaghi poteva prendere”. Insomma la sua fede juventina l’ha portato a scrivere cose a caldo delle quali si è poi pentito. Con un videomessaggio Cirilli ha poi chiesto scusa di queste espressioni da tifoso.

 “Ho un’immagine pubblica ma anche una sfera privata ed è accaduto che quella pubblica sia andata in conflitto con quella privata – ha detto l’attore comico – alcune espressioni usate durante la partita sono state davvero infelici e fuori luogo”. Scuse che non sono state sufficienti a calmare gli ultras interisti che hanno continuato ad offendere l’attore, il quale ha deciso di prendersi una pausa dai social: “Ho deciso di uscire per un po’ dal mondo dei social perché non rappresenta più in questo momento le mie priorità. Mi sono reso conto che esiste un interesse morboso per il privato, che invece a mio parere deve rimanere tale. Inoltre, cosa più importante, è diventato per molti un mezzo per esternare la propria frustazione, cattiveria e invidia. Chi vorrà conoscermi meglio – conclude Cirilli – scoprendo la mia biografia animata oppure vedere i miei show reel. Lo consiglio anche a chi non mi conosce o conosce di me solo…Tatiana”.