LA CUCCIOLA GERMANA ABBANDONATA IN MONTAGNA, LE CURE DI UN APPUNTATO DEI CARABINIERI LA SALVANO

Con il suo cane, che ha fatto da mediatore, un appuntato dei carabinieri Forestali, Massimo Marcantonio, è riuscito a conquistare la fiducia della cucciola di pastore abruzzese trovata in località San Germano di Pacentro, a milleduecento metri di quota, in gravi condizioni, malnutrita e spaventata, timorosa di essere avvicinata dall’uomo. Ma il carabiniere della stazione Parco Maiella non si è perso d’animo. Per un periodo durato più di due mesi si è preso cura del cane, ribattezzato Germana, dal nome del luogo del suo ritrovamento. Fuori dal servizio Marcantonio si è prodigato per Germana, portandole da mangiare, costruendole un riparo da intemperie e riuscendo a superare la sua diffidenza iniziale. La sensibilità e la pazienza del militare sono riuscite a conquistare la fiducia di Germana e solo così la storia ha avuto un lieto fine. La cucciola infatti si è finalmente lasciata avvicinare dall’appuntato che la sta ora tenendo in stallo, in attesa della sua adozione. L’abbandono di animali domestici, oltre ad essere un reato, punito dall’arresto fino ad un anno o ammenda da 1000 a 10mila euro, diviene particolarmente odioso quando si compie senza dare possibilità alcuna di sopravvivenza come in questo caso. Infatti la cucciola non avrebbe sopportato la rigidità delle temperature invernali e le aggressioni della fauna selvatica. Ne sarebbe rimasta con tutta probabilità vittima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *