RECORD DI CONTAGI, CHIUSO UN RISTORANTE A PACENTRO E MULTA DI 400 EURO PER UN GIOVANE SENZA MASCHERINA

Una quarta ondata che continua a esprimere numeri mai visti prima d’ora. E a farne le spese sono soprattutto le attività e gli esercizi commerciali. Ieri, a causa di un componente dello staff risultato positivo al Covid 19, il proprietario del ristorante La Taverna de’ li Caldora di Pacentro, Carmine Cercone, di sua spontanea volontà, ha deciso di sospendere l’attività del suo esercizio. Una prova di alto senso di responsabilità che da’ la giusta misura del livello di consapevolezza ormai raggiunto in questa delicata fase della pandemia. Solo con l’impegno di tutti si riuscirà a far abbassare la curva dei contagi che nell’ultima settimana ha raggiunto livelli da record. I nuovi positivi finiti nell’elenco della ASL nel Centro Abruzzo sono stati ben 1292 a fronte dei 561 casi registrati nella settimana precedente. Per ben quattro volte si è superata la quota dei 200 contagi in un solo giorno. Il giorno più critico è stato lo scorso 8 gennaio con i 282 contagi registrati dalla ASL. I numeri della pandemia hanno raggiunto livelli impensabili. Quasi tutti i Comuni dell’Abruzzo interno hanno raddoppiato se non triplicato il numero degli attuali positivi. Sulmona è passata dai 255 della scorsa settimana ai 698 attuali; Castel Di Sangro 236 rispetto ai 91 di sette giorni fa. PRATOLA Peligna è passata da 91 a 198, mentre Scanno fa peggio di tutti in percentuale e dai soli 7 casi arriva a quota 78. Controllare il virus con il tracciamento è ormai un’impresa e da oggi, con la riapertura delle scuole, il compito degli operatori e degli addetti ai lavori diventa ancor più difficile e complesso. Anche le forze dell’ordine hanno deciso di passare all’azione: Sabato scorso un giovane è stato multato con 400 euro dalle forze dell’ordine in pieno centro storico, perché girava senza mascherina. La situazione è difficile e tutti devono dare il proprio contributo per uscirne finalmente fuori nel più breve tempo possibile.

I commenti sono chiusi