BUON ANNO, NUOVO ANNO

Alessandro Lavalle – Difficile è, in tempi come questi, riuscire a tenere in alto il capo, a guardare avanti, a – insomma – pensare positivo. Diciamo che sia soggettivamente che oggettivamente parlando questi ultimi due anni sono stati ardui e aspri in maniera quasi crudele. Abbiamo passato momenti cupi, mesti e ricolmi di asperità: chi più chi meno abbiamo tutti in qualche modo sofferto. La negatività, per sua natura, porta chi ne fa esperienza a chiudersi sempre più in se stesso, a chiudersi al resto del mondo a vedere solo ciò che di male gli accade: è un pericoloso circolo vizioso che purtroppo appare incontrastabile. Una grande forza d’animo è richiesta in momenti come questi: ma come ottenerla? Come effettivamente è anche solo pensabile riporre fiducia nel domani se – oggi più di ieri – di speranza non se ne vende neanche l’ombra? La sfida che ci propone anche questo nuovo anno è appunto questa. Riuscire a vedere ciò che di buono ci è rimasto e ciò che di buono deve ancora venire è un’impresa direi abbastanza ardua; un’impresa che viene resa complicata a tal punto che a volte è preferibile rimanere inerti ad osservare la massa di negatività che ci attanaglia. La positività, lo ammetto, è un tesoro che il più delle volte non si riesce, anzi, non vuole essere trovato facilmente… eppure, in un modo o nell’altro, mostra sempre il suo volto: c’è chi lo trova nella famiglia, negli amici, nel loro partner, nel loro hobby e, perché no, anche nel loro lavoro. In ogni piccolo aspetto della nostra vita, celato ai nostri occhi, si trova un piccolo raggio di luce, una tenue speranza che ci dona la forza di andare avanti. Nell’anno che è passato potrebbe anche non essere cambiato nulla, potrebbe anche essere cambiato talmente poco da darci l’impressione che nulla di ciò che facciamo riuscirà mai a smuovere questo macigno quale è la vita; eppure alla fine c’è sempre inevitabilmente qualcosa che muta, c’è sempre qualche aspetto della nostra vita che non rimane lo stesso o che, nonostante tutto il resto cambi riesca, in qualche modo, a rimanere sempre lo stesso: non necessariamente il cambiamento è sinonimo di miglioramento. Voi potreste anche essere le stesse identiche persone che eravate nel “tanto lontano” 2021, ma ciò che conta alla fine è che nonostante tutto siete ancora qui, che nonostante tutto siete ancora… voi! Riuscire anche solo a rimanere fedeli a se stessi, a non distorcersi, a non tradirsi, a non abbandonare la propria persona, a non perdere la propria identità nella corrente impetuosa degli eventi nefasti richiede una forza ed un coraggio davvero straordinari. Ricordate questo ogni giorno di questo nuovo e speranzoso anno. Ricordate che ciò che di più buono esiste a questo mondo si trova sempre nelle cose che ci appaiono come ovvie, che la positività risiede nella nostre gesta quotidiane. Ricordate: la vera felicità risiede nel vostro modo di essere.

One thought on “BUON ANNO, NUOVO ANNO

  • 4 Gennaio 2022 in 21:36
    Permalink

    Sono delle belle parole ma servono a tenerci desti perché l’ottimismo non ci deve mai mancare bisogna sempre trovare il lato migliore di ogni evento non è facile ma dobbiamo allenarci a cercarlo e poi affronteremo la vita con un altra Ottica forza e coraggio

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *