SPACONE È MORTO PER EDEMA POLMONARE, MERCOLEDÌ I FUNERALI

È stato un edema polmonare con conseguente arresto cardiaco ad uccidere Domenico Spacone, 41 anni di Pratola Peligna, trovato privo di vita, nel bagno di casa nella notte tra giovedì e venerdì scorso, dalla madre. È l’esito dell’autopsia eseguita sul corpo del giovane dall’anatomopatologo, Ildo Polidoro. Per quanta riguarda la possibile correlazione tra morte e assunzione di sostanza stupefacente ipotizzata dai carabinieri subito dopo la prima ricognizione sul corpo dell’uomo,  bisognerà attendere l’esito degli esami tossicologici che saranno pronti tra 90 giorni. Anche se in maniera informale,  gli inquirenti li conosceranno prima. Sul caso stanno indagando Carabinieri e Procura che hanno aperto un fascicolo per omicidio colposo al momento contro ignoti. I carabinieri stanno lavorando per arrivare all’identificazione delle persone che gli avrebbero ceduto la sostanza stupefacente  anche alla luce dell’aggressione subita dal 41 enne, sembrerebbe ad opera di alcuni soggetti di origine straniera. Una morte, quella del giovane, che ha scosso profondamente la comunità pratolana dove l’uomo che viveva da anni con la madre, era conosciuto e benvoluto per il suo carattere mite e buono. Da due anni aveva intrapreso un percorso che lo aveva portato, poco prima della morte, a riavere la patente di guida che gli era stata tolta proprio per le sue condizioni di dipendenza dalla droga. Resta il ricordo  di una persona  “terra e aria, che amava leggere, era curioso, seguiva documentari, sapeva di tutto. Buono e disponibile con tutti”,  fanno notare quanti lo conoscevano.  Subito dopo l’autopsia, la salma è stata riconsegnata ai familiari per la celebrazione dei funerali che si terranno domani 15 dicembre alle ore 15 nel Santuario della Madonna della Libera. 

One thought on “SPACONE È MORTO PER EDEMA POLMONARE, MERCOLEDÌ I FUNERALI

  • 14 Dicembre 2021 in 17:56
    Permalink

    Salve.
    Sono Pratola o Doi nascita volevo esprimere la mia rabbia indignazione che in qualche anni sono andati via troppe persone che consideravo più di un fratello.
    Fatti strani noi Pratolani in preda di stranieri .Bonaccioni senza paura in prede a gente che non sono Pratolani.
    Troppo troppo di queste storie li stanno ammazzando piano piano.
    Inutile piangere ! L erba cattiva si deve sradicare velocemente.
    Mettere termine a queste merde di tutte origini.
    Pratola deve tornare Pratola.

I commenti sono chiusi