ESENZIONE TARI PER BENI DELLA CHIESA, E’ DEL SENATORE D’ALFONSO L’EMENDAMENTO CHE RISOLLEVA POLEMICHE

E’ destinato a sollevare nuove polemiche l’emendamento approvato in commissione Finanze del Senato per esentare dal pagamento della tassa sui rifiuti immobili di proprietà della Chiesa, dislocati nella Capitale, come basiliche, palazzi di elevato pregio e sedi universitarie, come l’Università Gregoriana. Proprietà già esentate da tasse per effetto dei Patti Lateranensi, tra Stato e Chiesa, firmati nel 1929, in pieno regime fascista. Stavolta l’esenzione porta la prima firma del senatore abruzzese ed ex presidente della Regione, Luciano D’Alfonso (Pd), presidente della commissione Finanze al Senato. La disposizione di esenzione viene applicata, secondo quanto indicato nell’emendamento, per i periodi d’imposta per i quali non è decorso il termine di accertamento del tributo, nonchè ai rapporti pendenti e non definiti con sentenza passata in giudicato.