IN AULA CONSILIARE SOTTO ACCUSA I RESPONSABILI DEI DEBITI FUORI BILANCIO

I debiti fuori bilancio e la condotta di chi ne è responsabile hanno tenuto banco nella seduta del Consiglio comunale, che ha approvato, e non poteva essere diversamente, il debito di 16.351, 63 euro, di risarcimento al dipendente comunale, licenziato ma tardivamente per la vicenda dei cosiddetti “furbetti del cartellino”. Ma i consiglieri comunali Vittorio Masci e Teresa Nannarone hanno stigmatizzato l’accaduto, per le responsabilità di questo debito fuori bilancio. Masci, pur premettendo che non tutti i debiti fuori bilancio dipendano da eventi prevedibili ed evitabili, ha puntato l’indice contro la “condotta colpevole di qualcuno”, ripercorrendo la vicenda del dipendente comunale e del suo tardivo licenziamento, caratterizzata da “un iter che nasce male e svolto in maniera imprudente e negligente da parte di qualcuno”. Ed ha concluso sostenendo che sarà necessario che si faccia luce sulle responsabilità personali di questo esborso delle casse comunali. Anche Nannarone ha sottolineato la gravità dell’inerzia dimostrata nel caso dall’amministrazione comunale, come del resto attestato dalla stessa sentenza del Tribunale che ha decretato il risarcimento dovuto al dipendente licenziato tardivamente. La seconda parte della seduta è stata invece dedicata alla salvaguardia degli equilibri di bilancio. Tra le spese citate dall’assessore al Bilancio, Katia Di Marzio, spiccano 60mila euro per lo smaltimento di carcasse animali, 25mila euro per lo smaltimento delle mascherine di protezione dal coronavirus, 20mila euro per il porfido necessario a riparare le strade del centro storico, 50mila euro per la sede dell’azienda regionale Tua. Ma somme ingenti sono state accantonate per i rischi di soccombenza del Comune in contenziosi per 444mila euro. Infine altra somma, per 183mila euro è quella prevista per la copertura del “buco” di oltre un milione di euro nel bilancio Cogesa, in quanto società partecipata dal Comune. Al riguardo Luigi Santilli, dai banchi della minoranza, è intervenuto per chiedere più attenzione, addirittura quotidiana ha sostenuto, sul Cogesa, società da potenzialità consistenti che vanno valorizzate.

One thought on “IN AULA CONSILIARE SOTTO ACCUSA I RESPONSABILI DEI DEBITI FUORI BILANCIO

  • 1 Dicembre 2021 in 11:22
    Permalink

    Come al solito nn si fanno nomi..le responsabilita ,sono sempre impersonali..ma il comune ci sta rimettendo centinaia di migliaia di € ,vedesi ex comandante litigante ,vedesi ex avvocato ufficio legale ,vedesi ex comandante mercurio già con richiesta di € 100.000 ,possibile che nn si vogliano fare i nomi e denunciare alla corte dei conti ??????

I commenti sono chiusi