RIVISONDOLI, LA LITE VIOLENTA TRA VICINI SCOPPIATA SOLO PER UN BAMBINO CHE FA RUMORE

Una lite scoppiata solo perchè il bambino del vicino di casa avrebbe dato disturbo con i suoi rumori. Emergono particolari sulla lite esplosa tra due inquilini di un condominio di Rivisondoli, uno dei quali finito in ospedale accoltellato. I fatti sono avvenuti mercoledi scorso. Il presunto aggressore avrebbe bussato a casa del vicino, protestando per i rumori fatti dal bambino. Tra i due si sarebbe accesa una discussione assai vibrata e a conclusione del diverbio sarebbe spuntato il coltello. Il giovane aggredito dal vicino sarebbe stato raggiunto da un fendente al fianco, riportando per quel colpo una lesione dorsale sinistra, giudicata guaribile in quindici giorni di prognosi. Si tratta di una diagnosi provvisoria poiché il giovane accoltellato è tuttora degente. Sull’episodio di violenza indagano i Carabinieri della compagnia di Castel di Sangro che hanno denunciato l’aggressone, un 56 enne del posto.