POPOLI, PER LA TRAGICA FINE DI DE CLERC SOSPETTI SU UN GIOVANE VICINO DI CASA (Video)

E’ ricercato un giovane vicino di casa del cinquantacinquenne ritrovato cadavere stamattina a Popoli, nel fiume Pescara. Gli inquirenti infatti battono con decisione la pista dell’omicidio e il maggior indiziato sarebbe un vicino di casa. Fulvio Declerck è stato trovato nel fiume con una vistosa ferita in testa, procurata da arma da taglio. Tracce di sangue sono state poi rinvenute nella cucina della sua abitazione. L’uomo infatti sarebbe stato ripetutamente colpito con arma da taglio, a conclusione di una furibonda lite che sarebbe scoppiata nella serata di ieri, all’interno della sua abitazione. Una volta ucciso l’omicida lo avrebbe caricato sulla carriola, con il pigiama già indossato e gettato nelle acque del fiume. Ma la carriola con il corpo senza vita del cinquantacinquenne sarebbe rimasta impigliata nella vegetazione fluviale, vanificando il tentativo di far scomparire il cadavere. Questa mattina un uomo che era a passeggio con il cane ha notato il cadavere fermo nelle acque, avvertendo i carabinieri. Il giovane, sul conto del quale ora sono puntati gli occhi degli inquirenti, si è reso irreperibile da questa mattina. E’ originario di Roma da da un paio d’anni residente a Popoli. Gli inquirenti per questo hanno convocato in caserma i genitori, che vivono a Roma e che in queste ore vengono ascoltati. La tragedia ha scosso l’intera comunità di Popoli, anche perchè Declerck era molto conosciuto e benvoluto nella cittadina. Tutti lo ricordano come persona tranquilla, non aveva un lavoro ma non aveva mai dato problemi a nessuno, sebbene avesse il vizio del bere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *