RAPINÒ EX GIOIELLIERE DI PACENTRO, 6 ANNI E 8 MESI A GIOVANE SULMONESE

Dura condanna del Tribunale di Sulmona per Manfredo Russo, 36 anni, sulmonese, processato per la rapina ai danni di un gioielliere di Pacentro, fatto avvenuto quattro anni fa. Al sulmonese è stata inflitta la pena di sei anni, otto mesi di reclusione ed una multa di duemila euro. I giudici hanno invece assolto Giuseppe Serva, trentenne, anche lui sulmonese, per non aver commesso il fatto. I due erano accusati di essere i responsabili, in concorso, della rapina compiuta a Pacentro il 12 ottobre 2017 ai danni di un ex gioielliere.  Secondo l’accusa si sarebbero introdotti a volto coperto e con una pistola in pugno, in un negozio di elettrodomestici del paese. Minacciando i proprietari, i due avrebbero chiesto la consegna di quanto contenuto nella cassaforte del locale, portando via circa 6.000 euro di preziosi per poi dileguarsi fra i vicoli del paese, fuggendo infine a bordo di una Alfa 159. Nessuno dei due imputati è stato riconosciuto nel corso del processo. Ma a chiamare in causa il trentaseienne, assistito dall’avvocato Alessandro Scelli, sarebbe stato il rinvenimento di uno zaino e di magliette d’oro sul sedile posteriore della sua auto. Un particolare ritenuto determinante per l’accusa. Mentre l’altro imputato, assistito dall’avvocato Silvia Iafolla, è stato assolto per insufficienza di prove. A suo carico solo indizi. Peraltro, la figlia della vittima, avrebbe riconosciuto una terza persona che non sarebbe stata nemmeno coinvolta nelle indagini. Due anni fa il giudice dell’udienza preliminare aveva prosciolto Federico Rubino, nipote dell’ex gioielliere, accusato di essere la mente della rapina. Anche per lui la pesante accusa è stata ritenuta infondata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *