I NEROSTELLATI NON SCENDONO IN CAMPO E MINACCIANO DI CONSEGNARE LA SQUADRA AL SINDACO

Non è una bella pagina quella che si è vissuta a Pratola Peligna. Cancelli dello stadio Ezio Ricci chiusi con i Nerostellati che non si sono presentati per la gara contro il San Gregorio ed ora perderanno a tavolino. Gli aquilani, invece, sono giunti regolarmente in terra peligna e sono stati costretti a rimanere nel piazzale dello stadio per permettere all’arbitro di effettuare l’appello.

IL CASO

Dopo la positività di un dirigente, i giocatori erano risultati negativi ma la società del presidente Silvio Formichetti aveva inoltrato alla Lnd una risposta della Asl ad una richiesta di chiarimenti per far presente che la squadra è in isolamento fiduciario in attesa del secondo tampone. Ma la Lnd non ha ritenuto quella nota un documento ufficiale. “Non potevano rischiare una denuncia per violazione dell’isolamento”. Afferma Formichetti che preannuncia ricorso e non esclude la possibilità di consegnare la squadra al sindaco perché “in generale non ci sono più i presupposti per andare avanti”. “Sono dispiaciuto perché avremmo voluto giocare ma il protocollo parla chiaro e, se si voleva ottenere il rinvio, la situazione è stata gestita male”. Dichiara il presidente del San Gregorio Massimo Cinque.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *