ALLARME CANCRO, MASTRANGIOLI PROPONE CONCERTAZIONE AL SINDACO DI SULMONA

Per individuare le cause dell’allarmante diffusione del cancro in Valle Peligna, con una incidenza particolare su Sulmona, Raiano e Prezza, l’ex sindaco di Raiano, Enio Mastrangioli, oggi alla guida del sindacato pensionati Cgil, propone un tavolo di concertazione, allo scopo di individuare i migliori percorsi e le fonti di finanziamento per la realizzazione di uno studio completo sulla qualità dell’aria in Valle Peligna e le eventuali fonti inquinanti e un report specifico da parte del registro tumori Abruzzo. E’ quanto chiede l’ex sindaco al sindaco di Sulmona Gianfranco Di Piero e al consigliere comunale Maurizio Proietti, all’indomani della raccolta fondi promossa in paese per nuovi studi approfonditi. Un’iniziativa lanciata nei giorni scorsi dal medico Annamaria Zitella e da Pierpaolo Mai, di recente colpito dalla scomparsa del fratello, a causa del cancro. “Da appoggiare la proposta e l’iniziativa di una raccolta fondi per sostenere uno studio sulla qualità dell’aria, delle acque e dell’ambiente in generale, purtuttavia ritengo che una responsabilità simile non possa ricadere sulla sola buona volontà e generosità dei singoli cittadini bensì principalmente sulle Istituzioni preposte” conclude Mastrangioli, ricordando il convegno che proprio su questi delicati argomenti si svolse cinque anni fa a Sulmona.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *