ANCHE IL PRESIDENTE TUA GIULIANTE LASCIA LA LEGA

La Lega abruzzese continua a perdere esponenti, in rivolta contro il coordinatore regionale Luigi D’Eramo. A lasciarla è anche il presidente della Tua, la società regionale dei trasporti, Gianfranco Giuliante, ex assessore regionale. Lo ha annunciato con una lettera al leader Matteo Salvini. Una lettera assai dura nei contenuti, in cui Giuliante, da tempo ai ferri corti con D’Eramo, boccia l’azione svolta in consiglio regionale dal partito, con tre consiglieri anche loro in fuga dal partito: Simone Angelosante, Toni Di Gianvittorio e Manuele Marcovecchio che hanno costituito  il gruppo Valore Abruzzo. Giuliante parla di “tirare a campare rispetto a una valanga di problemi che, per scelta venivano accantonati, o per insipienza elusi”; ricorda di aver contestato invano “il mancato coinvolgimento di tutti gli eletti o la discriminazione tra gli stessi avrebbe fatto implodere la Lega, come sta avvenendo e continuerà ad avvenire”, contesta il fatto che “la qualifica di militante la si ottiene a giudizio insindacabile del Segretario Regionale”.  E lancia bordate contro un modo di gestione del partito, che rischia di tradursi in un “cesarismo cacio e ova ove esponenti storici della Lega si ritrovano con un ‘daspo’ che impedisce la possibilità di partecipazione ai congressi senza motivo o per antipatia personale”Giuliante esce insomma demolendo il partito, e sbattendo la porta, precisando di non voler aderire a altri partiti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *