I CARABINIERI SCOVANO FURBETTI DEL REDDITO DI CITTADINANZA ANCHE IN ABRUZZO

Reddito di cittadinanza, con Ferrari, barca, appartamenti, autonoleggio con 27 auto, una scuola di ballo. E persino chi ha inventato di avere figli. E’ questo il quadro che suscita sdegno e riprovazione per i protagonisti di una colossale truffa ai danni dello Stato da 20 milioni di euro, scovata dai carabinieri del Comando Interregionale “Ogaden”, i quali, insieme con i militari comando Tutela del Lavoro, tra il primo maggio e il 17 ottobre scorsi, hanno scoperto ben 5mila irregolarità tra Abruzzo, Campania, Puglia, Molise e Basilicata. Ben 1.338 erano già noti alle forze di polizia; 90 hanno condanne o precedenti per gravi reati di tipo associativo. Tra Abruzzo e Molise i militari hanno controllato 6.445 dei 27.632 nuclei familiari percettori del sussidio, per un totale di 10.642 soggetti. Sono state riscontrate 383 irregolarità (pari al 5,9% dei controlli effettuati) e denunciate in stato di libertà 319 persone, 163 delle quali note alle forze di polizia (due per gravi reati associativi). Le irregolarità emerse sono 4.839, il 12,6% dei 38.450 nuclei familiari controllati per un campione di 87.198 persone.

Un Commento su “I CARABINIERI SCOVANO FURBETTI DEL REDDITO DI CITTADINANZA ANCHE IN ABRUZZO

  • 3 Novembre 2021 in 13:25
    Permalink

    bene,che fare? Subito la Legge dei lancia=fiamme,o no?

I commenti sono chiusi