AULE INTITOLATE AD EMANUELE ANZINI IN UN ISTITUTO SCOLASTICO LOMBARDO

Aule dell’Istituto comprensivo di Valnegra, in provincia di Bergamo, sono state intitolate all’appuntato scelto dei carabinieri, il sulmonese Emanuele Anzini, travolto e ucciso da un’auto in corsa, mentre era in servizio ad un posto di blocco la notte del 17 giugno 2019, a Terno d’Isola. La commovente cerimonia, di omaggio al militare caduto nell’adempimento del servizio, si è svolta nei giorni scorsi nel centro bergamasco. Alla cerimonia solenne hanno presto parte le autorità civili, militari e religiose del comprensorio. Presente anche Sara, la giovane figlia dell’appuntato Anzini. In memoria e suffragio di Emanuele Anzini è stata celebrata una santa messa. Subito dopo il comandante della compagnia Carabinieri di Zogno ha ricordato Anzini, che prestava servizio in quella compagnia. Toccante anche il ricordo dell’appuntato sulmonese, tratteggiato dal maresciallo Nicola Spera, del comando carabinieri di Piazza Brembana. Lapidi e targhe in ricordo di Anzini sono state scoperte all’interno e all’esterno di alcune aule dell’Istituto, per tenere viva la memoria del sacrificio estremo compiuto dal militare. In particolare il maresciallo Spera ha ricordato “il sorriso e la gioia di vivere” che caratterizzavano Anzini, la cui tragica fine ha lasciato in tutti i colleghi un vuoto incolmabile, una tristezza senza fine, perchè persona buona e onesta. “Tanto facile volerti bene, quanto difficile dimenticarti” ha concluso il maresciallo. In lacrime Sara ha espresso gratitudine a tutti per questo omaggio e per l’onore resi al padre, esempio di servizio e sacrificio estremo resi allo Stato e alla collettività.