MARELLI, FIOM: SOLO MISURE DI FACCIATA SULLA SICUREZZA

La Fiom Cgil non accetta “misure di facciata sulla sicurezza” alla Marelli di Sulmona. “Oggi si è svolta la
“Prova di Evacuazione” in vista di una eventuale prova ufficiale di lunedì alla presenza dei vigili del fuoco.
Non capiamo l’efficacia dello svolgimento di tale prova nella giornata di oggi, con un numero talmente esiguo di lavoratori all’interno tanto da poter considerare lo stabilimento “fermo”, a causa della fermata del cliente Sevel.
Non condividiamo tali metodi che si potrebbero rivelare solo prove di una “sicurezza di facciata” sostiene il sindacato. “Ad ogni modo come RLS-FIOM, ribadiamo le negligenze dell’azienda sia dal punto di vista organizzativo di tali misure, sia dal punto di vista della comunicazione, perché nè direzione del personale né tantomeno RSPP, hanno avvisato per tempo gli RLS. Nei prossimi giorni, chiederemo un incontro formale come RLS, proprio per chiarire questi ed altri punti con l’azienda e con l’RSPP, e per fare in modo che tali prove siano effettuate con il massimo del personale presente in officina” conclude la Fiom.